Base Trucco Estiva + recensioni – Summer Makeup Base + reviews

Buondììì! Sono tornata da 3 giorni di mare in cui mi sono rilassata ma adesso devo riprendere il ritmo di tutto, compreso del blog! :)

Ho pensato di mostrarvi come faccio ogni giorno la base trucco nel periodo estivo (talvolta anche a primavera, ma soprattutto quando iniziano ad esserci temperature piuttosto alte). Credo sia utile come post anche perchè vi mostrerò alcuni prodotti di cui non avevo ancora fatto la recensione e perciò ne approfitto ora!

DSC_0409

Premessa: 1) ci tengo a precisare che a differenza del trucco occhi e labbra, sono molto attenta che i prodotti che stanno più a lungo sul viso e quindi proprio i prodotti per la base trucco siano ecobio o comunque almeno con un INCI buono quindi in questo post troverete prodotti ecobio.

2) per chi non lo sapesse o mi seguisse da poco, la mia pelle è mista: ho zone secche (intorno al naso e la punta del naso, le guance) e zone più tendenti al grasso (la classica zona T per esempio). La base che vi mostrerò è adatta al mio tipo di pelle e secondo come mi trovo meglio io: cercate di sperimentare quanti più prodotti potete per trovare la base adatta a voi :D

E ora iniziamo….

Il primo step della mia base trucco che non salto mai, neanche se è un giorno in cui non mi trucco, è quello di applicare sul viso pulito ed asciutto, una buona dose di Gel d’Aloe Vera, mescolato ad una punta di crema solare (dal momento che i cosmetici che andrò ad utilizzare non hanno fattore di protezione) altrimenti se hanno SPF, aggiungo al gel d’aloe solo un po’ di crema da giorno che sto usando in quel periodo.

Questa che vedete sotto è (ahimè) la mia faccia struccata prima  di iniziare la base:

CSC_0407

 

Inizio con l’applicazione del correttore aranciato sulle occhiaie. Ora, dovete sapere che tempo fa avevo comprato il fondotinta di Benecos (lo vedete qui sotto in foto) nella colorazione “Honey”. Se state cercando un fondotinta ecobio, vi prego, comprate qualcosa di diverso e risparmiate i soldi (anche se non molti perchè è economico!).

Benecos Natural Creamy Make up. 6,39€/30 ml

il costo è basso ma la colorazione è completamente sbagliata! “Honey” è un colore aranciato (e non poco!) che è impossibile da far uniformare al colorito di chiunque, credo. Su di me era decisamente arancione e quindi l’ho “retrocesso” (si fa per dire :) ) al compito di correttore per occhiaie e devo dire che fa proprio al caso mio. Il colore copre bene la zona un po’ scura sotto gli occhi e dura a lungo se poi fissato con una cipria o un fondo minerale. La consistenza è giusta perchè a metà tra liquido e pastoso perciò non si infila nelle pieghette e non fa l’effetto crosta che fanno i correttori troppo pastosi. Insomma, adesso mi trovo con una boccetta di 30 ml di correttore…mi  durerà in eterno!

DSC_0422

DSC_0347

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui sotto vedete la zona dove lo applico e poi lo picchietto con il polpastrello dell’anulare.

CSC_0421

Con un altro prodotto vado invece ad uniformare le palpebre, ad illuminare gli zigomi (senza effetto shimmer) e a correggere le imperfezioni qua e là sul viso.

DSC_0425

DSC_0424

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CSC_0420

 

Utilizzo questo prodotto che è il Fond de Teint Longue Tenue di So’ Bio ètic nella colorazione “02 Rose discret” perchè ne basta poco per una coprenza ottima. Mi piace anche come fondotinta ma adoro utilizzarlo anche così! Ve lo avevo già fatto vedere al momento in cui avevo ricevuto l’ordine dal sito Ecco-verde ma non mi era capitato di inserirlo in un post qui sul blog. Il costo non è propriamente economico, però è un prodotto molto valido e l’INCI è perfetto per cui il rapporto qualità – prezzo è ottimo. Vi consiglio vivamente di acquistarlo e provarlo!

 

Infine per fissare i prodotti precedentemente applicati, per uniformare il colorito e evitare che il viso si lucidi (dato il caldo estivo) applico su tutto il viso un fondo minerale in polvere libera della colorazione giusta. Faccio un mix dei colori che mi servono per ottenere la nuance più simile possibile al mio incarnato con le Natural Mineral Powder di Benecos di cui possiedo le tre colorazioni “Light Sand”, “Medium Beige” e “Golden Hazelnut”.

avr 092

avr 093

Questo è uno di quei prodotti del tipo :”Non vivo più senza te!”. Se vi ricordate, a gennaio avevo recensito il Flat Perfection di Neve Cosmetics. Ho adorato quel prodotto ma effettivamente se si fa un po’ un calcolo il prezzo è altino. Per lo stesso prezzo (il Flat Perfection a prezzo pieno dovrebbe costare 14,90€) ho comprato 3 fondi minerali da 10 gr ciascuno. Quindi, non solo ho comprato 30 gr invece che 8 gr (del Flat Perfection) ma 3 colorazioni diverse che posso mescolare e ottenere tutte le gradazioni che occorrono nelle varie stagioni. Li ho  comprati pochissimo tempo fa e già li ho usati un bel po’. Non c’è che dire, sono uno dei miei nuovi prodotti preferiti! Prezzo: 5,00€/10gr

Qui sotto nella parte sinistra (la vostra) del viso ho la base trucco fatta, a destra invece no:

DSC_0419

 

Questo è l’effetto finale con la base completa per pelli miste come la mia:

DSC_0427

 

L’effetto è molto naturale (scusate la mia faccia assonnata) e non fa assolutamente effetto mascherone polveroso! Mi dura tutto il giorno tranne quando faccio le sudate perchè sono di corsa (:P): in quel caso se passo da casa lo ritocco con un po’ di altro fondo per eliminare il lucido dal viso. Se avete la pelle con molte imperfezioni forse non fanno al caso vostro le polveri libere minerali perchè non hanno un’alta coprenza, ma se avete un buon correttore potreste trovarvici bene lo stesso!

A presto con un nuovo post, sperando che vi sia piaciuto questo di oggi,

grazie di seguirmi,

Marta

 

*Le impressioni qui riportate sono frutto della mia personale esperienza che riguarda l’uso dei prodotti menzionati. Non vengo pagata per scrivere nessuna recensione positiva/negativa di nessun prodotto. Le fotografie dei prodotti sono state scattate da me (MartaEcoPenso) a meno di specificazione diversa.

Annunci

#Cosmetici HOMEMADE, ricetta immancabile per pulizia viso! – Maschera all’argilla verde ventilata

In questa giornata di Pasquetta, con un tempo un po’ mogio e grigiastro (almeno per quanto riguarda Firenze), ho pensato di lasciarvi un’altra ricetta di Cosmesi fatta in casa.

L’ingrediente principale di questa ricettina (a mio parere sensazionale) è l’ ARGILLA VERDE VENTILATA:

argilla_verde_usi

è una delle materie più antiche che l’uomo abbia mai avuto a disposizione. Gli egizi usavano l’argilla per curare traumi, slogature o per far calcificare più in fretta un arto rotto. Nel IV° e V° secolo a.C. Ippocrate curava dolori di vario genere con l’argilla.
Nel I° secolo d.C. Plinio il Vecchio, medico greco, nella sua Storia Naturale raccomanda l’argilla come un rimedio dalle molteplici virtù.
Nel XX° secolo è invece Jean Valnet, studioso di medicina naturale, che parla con grande convinzione delle molteplici proprietà terapeutiche dell’argilla.

Sulla base della dimensione dei granuli possiamo distinguere vari tipi di argilla. La più utilizzata in termini terapeutici è quella ventilata, ossia un’argilla fine e impalpabile che, grazie al suo alto grado di finezza, si scioglie facilmente nell’acqua è può liberare molti e preziosi elementi minerali.
Sulla base delle quantità di determinati minerali, in natura esistono moltissimi tipi di argille spesso distinguibili dalla diversità di colore: rosso, verde, giallo, bianco, ocra, nero, ecc.
Le più comuni sono le argille rosse, il cui colore è dato dal ferro ferrico (uno degli stati di ossidazione di questo elemento) e le argille verdi (che contengono ferro allo stato “ferroso”). La più efficace è senza dubbio l’argilla verde che contiene prevalentemente ferro ferroso o bivalente, lo stesso tipo di ferro presente nell’emoglobina, la molecola che trasporta l’ossigeno nel nostro organismo. Il ferro bivalente (detto anche ferro insaturo) è più reattivo del ferro saturo (o trivalente) presente nell’argilla rossa e più facilmente assorbibile dall’organismo umano. Per questo le argille verdi sono da preferire, principalmente per le pelli miste, grasse o con impurità. Di solito si preferisce mescolarla all’argilla bianca in caso di pelli sensibili dal momento che l’argilla verde è molto efficace nel riequilibrare la produzione di sebo.

E’ un ingrediente versatile : l’argilla è in grado di rinforzare i capelli e prevenirne la caduta, di migliorare la funzionalità del sistema sensoriale (occhi, orecchie, naso), di rinnovare l’epidermide (attraverso maschere e bagni), di alleviare i dolori in genere, di contrastare i veleni e di assorbire i radicali liberi, di agire sulle depressioni, sugli esaurimenti nervosi e sulla stanchezza, di essere una preziosa fonte naturale di sali minerali e di oligoelementi, di vincere malattie della pelle e rallentare il processo di invecchiamento del corpo e dei tessuti.

 

La si può trovare in vendita in erboristerie ben fornite o in negozi di prodotti eco-bio (anche online). Io la mia confezione l’ho acquistata ad un negozio Naturasì. La confezione contiene 500gr ed è costata 6,50€, quindi è anche un prodotto piuttosto economico perché ha un buon rapporto qualità-prezzo. Questa che vedete nella foto è la confezione di argilla, prodotta da Argital, perciò fatta in Italia. Trovate anche l’analisi chimica dell’argilla di cui vi metto la foto:

avr 086avr 087

 

Dopo l’introduzione sull’argilla, ecco la ricetta della maschera all’argilla verde che faccio una volta alla settimana durante la pulizia del viso completa (sempre fatta in casa!). Vi consiglio di prepararla nelle dosi che vi ho scritto io perché se ne preparate in più la dovrete buttare via poiché si secca abbastanza velocemente. Preparatela proprio nel momento in cui la volete applicare sul viso (o su zone del corpo con brufoletti e punti neri).

Ingredienti per una maschera per pelli da miste a grasse:DSC_0026

2 cucchiaini da tè rasi, di argilla verde ventilata (in caso di pelle sensibile fare 1 cucchiaino di argilla verde e 1 di argilla bianca)

Aceto di mele q.b.

 

Occorrente:

piccolo ciotolino

cucchiaino o in LEGNO o in PLASTICA (MAI in acciaio perché potrebbe alterare le caratteristiche dell’argilla!)

Preparazione: mettere i due cucchiaini di argilla nel piccolo ciotolino dove mescolerete i due ingredienti. Aggiungere l’aceto di mele: ATTENZIONE! Versatene prima un cucchiaino da tè e poi controllate che tutta l’argilla sia stata bagnata dall’aceto di mele. Se risulta ancora troppo polveroso come aspetto, aggiungete un altro mezzo cucchiaino di aceto di mele. Mi raccomando, la consistenza non deve essere liquida ma piuttosto densa perché la maschera non deve scivolarvi giù dalla faccia!

Se l’argilla farà il verso di “friggere” quando aggiungerete l’aceto di mele, non vi preoccupate…lo deve fare! Apparirà con tante bollicine come in questa foto:

DSC_0007

 

Consistenza finale:

DSC_0011

 

Una volta mescolati un po’ gli ingredienti, applicate sulla faccia un bello strato di maschera, stando attenti a non metterla troppo vicino agli occhi. Tenetela in posa circa 15 minuti. Se nel frattempo si secca, inumiditela con un po’ d’acqua…NON DEVE SECCARSI SUL VISO PERCHE’ ALTRIMENTI L’ARGILLA SARA’ TROPPO AGGRESSIVA SULLA PELLE!

Rimuovetela poi con l’aiuto di una spugnetta (meglio se in cellulosa) o un panno in microfibra bagnato con acqua tiepida. NON VI PREOCCUPATE SE IL VISO APPARE UN PO’ ARROSSATO, E’ CONSEGUENZA DELL’EFFETTO PURIFICANTE DELL’ARGILLA. Applicate un tonico astringente che completerà la pulizia dalle impurità e applicate la vostra crema viso.

L’effetto che otterrete sarà ottimo! La pelle apparirà subito più luminosa e pulita, i brufoli (se c’erano) saranno secchi e non continueranno a crescere, e vi sentirete la pelle morbida e fresca.

Provatela assolutamente perché i risultati sono sorprendenti….! Ovviamente fatemi sapere se la proverete e se l’avete già provata, come vi trovate. Avete altri modi di impiego in qualche maschera per il viso? Scrivetemi giù nei commenti, e sarò felice di rispondervi :)

Al prossimo post,

Marta

 

 

*Le ricette contenute in questo post sono state formulate da esperti dell’argomento e non da me. Mi limito a riprodurre le ricette e a testarne l’efficacia. Sconsiglio di cambiare le quantità, proporzioni e gli ingredienti da ciò che è scritto dal momento che non si può conoscerne gli effetti sul corpo. Ricordo di testare sempre qualsiasi prodotto prima dell’utilizzo, su una piccola porzione di pelle, per evitare di incorrere in reazioni allergiche ecc. Le fotografie sono state scattate da me (MartaEcoPenso) a meno di specificazione diversa.